venerdì 29 giugno 2012

giovedì 28 giugno 2012

Una Pagina di Grande Giornalismo

Alle soglie della semifinale Italia-Germania, sono ancora tutta eccitata al pensiero dei quarti di finale Italia-Inghilterra e del grande exploit di Dear Husband.

Come vi avevo anticipato, la sottoscritta si era offerta volontaria per passare la notte nella casa nuova, in attesa che ad un imprecisato momento dell'indomani si palesassero gli omini dell'Aikia a portarci i mobili che LUI, DH, aveva ordinato al posto di quelli del Mondo Convenzionale, perche' quelli erano troooppo convenzionali per lui. Okkei. Vadi pure a guardare la partita in piazza, caro DH, che io e Picca abbiamo bisogno di passare un po' di tempo vis-a-vis con la casa nuova, in solitaria, senza tv ne picci'. Solo lei - la casa - e noi.

E cosi fu che DH si uni' ai tremila tifosi dell'Italia, unico inglese in un pienone di afa e cotecchino, pronto a sfoderare il meglio di se. Infatti la sua faccia di tolla tanta sfrontatezza e ardire furono stata premiati, perche' il giornale locale non solo lo ha intervistato, ma gli ha pure dedicato una mezza paginona il giorno seguente.
Ma prima di entrare nello specifico di questa Pagina di Grande Giornalismo, vorrei introdurre,
ladies and gentelmen,

sabato 23 giugno 2012

Science, it's a girl thing (I-TA-LIAH!!)

Su FB gira questo video, ora ditemi voi cosa ne pensate, perche' io sono abbastanza perplessa.
Se pure l'Unione Europea ci si mette a rendere la scienza un'accozzaglia di formule incomprensibili e palline colorate, allora mi sembra molto lontano il momento in cui PMA, Fivet, IUI, e compagnia bella saranno capite per quello che sono e non per concetti stravaganti da scienziati pazzi.
E se pure l'Unione Europea ci si mette a raffigurare il ruolo della donna all'interno del discorso scientifico alla pari di una pubblicita' per cosmetici, allora io, come dice un commento al video, mi prendo un tacco a spillo e me lo ficco negli occhi, cosi la facciamo finita e via.


PS E' tutta invidia, la mia.

Ebbene si, invidia di una donna ormai allo stato brado che si depila con il coltellino svizzero di DH e si mangia le unghie perche' gli strumenti preposti languono in qualche angolo desolato della casa nuova. Per non parlare degli infradito con su il nome delle terme ormai lontano ricordo e della gonna a quadri con la maglietta a righe (ma in tinta, eh) con le quali mi aggiro per la citta' come una mina vagante alla ricerca di un idraulico che ci attacchi il forno che non e' ancora arrivato.

E non vi sto a dire delle fughe notturne dalla casa (vecchia) rovente (32 gradi alle 10 di sera*) in pieno centro: io ero appena riemersa grondante dalla cucina dopo aver ficcato la testa sotto al rubinetto dell'acqua gelida (anche se ero tentata di darci un taglio e ficcarla direttamente nel freezer), quando DH in pigiama mi annuncia che lui se ne sarebbe andato a dormire nella casa nuova (fuori citta' dove si respira l'aria della collina e ci sono almeno 5 gradi di meno).
DH: "Vuoi venire anche tu con Picca?"
Io faccio rapidamente mente locale. Dunque, nella casa nuova non c'e' la cucina, non c'e' l'acqua calda, il bagno e' una landa desolata senza neanche un gancio per la salvietta che manco so in quale scatolone sia. Ma soprattutto, il Mondo Convenzionale non ci ha ancora consegnato i letti.
Bene, dico, Let's Go!
E fu cosi che la Sfolli famiglia si trasferi', gia' in pigiama e con i capelli ancora grondanti, nella nuova casa.
E si, Picca ha dormito in un box/lettino da campo uguale uguale (shock horror) a quello che rifiutai con sdegno al B&B in UK poche settimane fa. E ci e' stata benissimo.
Home Sweet Home.

* Lo so, non c'ho piu' il fisico, 8 anni in UK mi hanno privata della caliente linfa mediterranea che scorreva in me.

PPS Io volevo dire a DH che stasera
Niente partita
Perche' si dorme nella casa nuova senza tv ne' picci
Dato che domani mattina (o pomeriggio chi lo sa) consegnano i mobili che LUI ha ordinato da Aikia
Perche' quella del Mondo Convenzionale erano..beh, troppo convenzionali per lui.
Ma non l'ho fatto. Ci vado io da sola con Picca a dormire nella casa nuova.
Sfolli Santa Subbito.
I-TA-LIA, I-TA-LIAAAHH!

giovedì 21 giugno 2012

Nel frattempo...

...tra uno scatolone e una conversazione alienante con l'omino della telefonia (che elencandomi gli optional del loro super contratto adsl, mi alza lo sguardo dal PC, e la sua espressione finora apatico-depressa al massimo si trasfigura in quella di un maniaco esaltato mentre mi dice con voce rotta dall'ecciutazione: "Allora lo FLAGGHIAMO?". aaah che male, le parole sono importanti, le parole, LE PAROLE!!).

Ecco, nel frattempo volevo mandare un CV ad un gruppo figo che insegna inglese ai bimbi, e mi chiedevo...ma si puo' dire in italiano
"Mi potreste dire se la Posizione è ancora aperta",
oppure sa di posizione del Kamasutra e mi cestinano il CV??

Ho bisogno di una doccia fredda e di un pasto caldo. Ma soprattutto, ho bisogno che quelli del Mondo Convenzionale ci consegnino i nostrui letti. E pure forno e frigo, please.

Tra color che son sospesi, with love. Sfolli.

domenica 3 giugno 2012

Dopo pascoleremo beati

Questa notte ho sognato che partorivo di nuovo Picca.
Era bellissimo: il tempo del travaglio era azzerato, mentre quello in cui me la rimiravo con ancora il cordone ombelicale attaccato era dilatato all'ennesima potenza.
Faceva gia' tutte le faccette che avrei poi imparato a conoscere, e io avevo tutto il tempo di questo mondo per stare li, in silenzio, con lei, senza preoccupazioni.

E pensare che nella realta' e' andata un po' diversamente: le ho appena dato un'occhiata, e gia' chiedevo "Perche' non piange-Perche' non piange?".
Poi quando mi han detto di star tranquilla e mi hanno chiesto se volevo finalmente sapere se era maschio o femmina, ho tirato un sospiro, mi sono buttata giu' e ho detto "No no, fa niente, DOPO, lasciatemi riposare!".
L'importante era che respirasse, al resto avrei pensato DOPO.

E in queste settimane, anzi in questi mesi, di tempo per respirare ce n'e' poco.
Vi riassumo le ultime puntate, che quanto e' successo ultimamente e' stato troppo perche' io ne potessi scrivere in qualche modo sensato.

1. Abbiamo comprato casa.
C'e' che abbiamo venduto quella della nonna, e davanti all'idea di investire euri in borsa il Gufo ha fatto il gesto dell'ombrello con l'ala rotta, e ha deciso di comprare casa alla sua diletta nipotina. Possibilmente lontano dalla Iena, perche' tra lei e Dear Husband scorre tanta simpatia quanto un commento di Giovanardi sul concetto di Famiglia.
Per cui si e' tacitamente concordato che piu' lontano ce ne andiamo meglio e' per tutti.Che poi anche due isolati piu' in la e' meglio di dove siamo ora, direttamente sopra l'ufficio del Gufo e a 5 minuti di auto dalla Iena.
Ma siccome a noi piacciono i ritorni alle origini, la casa si trova in quello stesso medesimo villaggio in cui venimmo a dorso di mulo in quella buia e fredda notte del 10 gennaio per partorire Picca.
Un ritorno bucolico alle radici, insomma. Back to basic.
Tanto back to basic che ora non abbiamo piu' una lira per arredare la casa (ma il mercato immobiliare non doveva pullulare di affaroni in tempo di crisi?!) e ci manca ancora tutto: la cucina, il letto, il divano...tutto!
E dobbiamo trasferirci entro fine giugno.
Per cui un bel giretto al Mondo Convenzionale, come lo chiama Dear Husband, non ce lo toglie nessuno. Che li con mille euro ti regalano pure gli elettrodomestici e ti rottamano la suocera.
I like.

2.  A proposito di Dear Husband.
Come posso dirvelo senza ehmm uscire in giardino (che ancora non ho) e fare un po' di sano lancio di piatti con smadonnamento annesso. Che poi era il mio sport preferito quando eravamo in UK, peccato che i piatti si ficcassero nella terra e oltre a decapitare orde di poveri vermicelli ignari e innocenti, non davano neanche la soddisfazione di un catartico sfracellamento in mille pezzetti. No, il piatto se ne stava li, muto e attonito, a guardarmi beffardo.
Comunque, dicevo, Dear Husband negli ultimi mesi stava pericolosamente scivolando nella depressione piu' cupa.
Sara' il cambio di Paese, sara' la lingua, sara' il cambiamento di rotta che lo ha portato dalla logistica all'osteopatia, sara' il fatto di essere diventato daddy, ma il pover'uomo mi stava andando in tilt.
Ora io non staro' a sindacare su svariati episodi, atteggiamenti e aggravanti. Diro' solo che vederlo passare le giornate a fissare un punto lontano avvolto in un granitico bozzolo di inerzia mi mandava il sangue alla testa. Anche - soprattutto - perche' in famiglia abbiamo gia' dato, con 20 anni e passa di depressione della Iena, thank you very much.
Per cui la Sfolli Furiosa ha passato le ultime settimane ad affrontate questa faccenda della depressione, che mica per niente lei hai un prestigioso dottorato in psicologia. Come da manuale, ha quindi proceduto a incoraggiarlo, ingolosirlo, ammansirlo, punzecchiarlo, scuoterlo, strattonarlo, prenderlo a ceffoni.
Ah no si fa cosi? Eh ma io il dottorato l'ho fatto sull'apprendimento collaborativo dei nani seienni, mica sullo shock da immigrante.
Pero' in compenso ho visto Girls, Interrupted, soprattutto la scena in cui Whoopy Goldberg ne dice quattro a Wynona Ryder...

This place is a fucking fascist torture chamber!
No. See, I worked in State hospitals. This place is a five star hotel...

Insomma, dopo un paio di incazzature bestia ehm pacate discussioni style British, alla fine si e' deciso di staccare la spina e lasciare il corso di osteopatia per nuovi lidi. Che contemplano un corso di italiano (era ora, in 10 anni di convivenza!), e poi un corso di due anni per massoterapista (che rispetto alla montagna dei 5 dell'osteopatia sono una brezza in riva al mare), e bon, speriamo di non incappare in ulteriori deragliamenti.

Ecco, questi sono gli aggiornamenti dell'ultima ora.

Nel prossimo mese la casa si ripopolera' di scatoloni, ragnatele, e forsanche di gatti pulciosi proprio come l'anno scorso in questo periodo. Che a noi un trasloco ogni estate non ce lo toglie nessuno.
E di tempo per contemplare e apprezzare e godersi la nostra nuova vita ce ne sara' poco, pochissimo.

Ma poi, ah si, poi il tempo del travaglio finira', e io finalmente mi sdraiero', tornero' un sospiro di sollievo, e a chi mi chiedera' se voglio sapere di che colore saranno le pareti della casa nuova, se vorremo mettere il letto a nord o a sud, in posizione calante o crescente, se mi crea delle vibes migliori avere il forno rialzato o il divano scamosciato, rispondero'
"DOPO, ora lasciatemi guardare Picca e il Tigrone che pascolano beati tra l'erbetta del giardino"
Al resto penseremo DOPO.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...