venerdì 19 agosto 2011

Tigro Odyssey

Qui il tempo mi elude come un moscerino nella coca cola, scivolandomi tra le mani peggio di un'anguilla che si dibatte fuor d'acqua, o del Tigrone quando cerchiamo di acchiapparlo per fargli il bagno (capita raramente, ma capita).
Vi avevo promesso che avrei raccontato di Tigro gia' ieri, e invece poi non ce l'ho fatta.
E' che siamo tornati in citta', al borgo pedemontano, e fa caldoooooo, un caldo micidialeeee. Per quanto il Gufo si ostini a dire che "Oooh, questo e' niente in confronto all'estate del 2003", Fa-Caldo.
E fare qualsiasi cosa costa fatica, sudore ed energie.
Soprattutto se si tratta di burocrazia, e in questi giorni di faccende burocratiche da sbrigare ne abbiamo tante, io e Dear Husband. Che poi ogni cosa e' un carosello di uffici e code inutili, perche' io non mi ricordo come funzionano le cose qui in Italia, Dear Husband non se lo puo' sognare, e alla fine perdiamo tantissimo tempo a fare la trottola da un ufficio all'altro. Faticaaa.

Meglio tornare a Tigro, che lui si che mi rinfresca i pensieri e mi manda le endorfine all'utero (Picco, se ci sei potresti anche battere un colpo, cosi giusto per gradire...).
Tigro, supremo maestro zen.
Tigro, l'illuminato.
Tigro, colui che e' sopravvissuto all'attacco delle pulci in Terra di Robin Hood.
Tigro, colui che per di conseguenza fu costretto, ancora in Terra di Robin Hood, ad indossare il cono della vergogna,


gettandolo non solo in uno stato di grande confusione e disorientamento, ma anche condannandolo ad una perenne retromarcia, nel vano tentativo di liberarsi del maledetto cono anti-grattamento. Sembrava una macchinina telecomandata, ma inpazzita. La sequenza era questa: cammino all'indietro, sbatto contro qualcosa, miagolo indignato, cambio direzione, cammino all'indietro, eccetera, in loop.
Eccolo qui, il Tigrone inconato, in un momento di pausa dalla sua routine autodistruttiva, mentre medita di telefonare al Telefono Azzurro dei Gatti, per denunciare questa inaudita efferatezza...


...per poi passare ad elucubrazioni suicide, tipo buttarsi dall'alto dei 70 cm del nostro (ex) divano...





...per poi concludere che i piani suicidi possono aspettare, che e' ora di una spa session "chez Dear Husband".


E infine, Tigro, colui che al terzo giorno di cono resuscito', finalmente guarito da ogni piaga, e non fece in tempo a godersi la nuova liberta' che era gia' arrivato il momento di partire.

Due ore in autostrada a ululare, seguiti dall'ingresso a Heathrow, altrimenti detto il Girone Infernale dei Gatti, venti minuti in cui il volto di Tigro si trasforma in una maschera di terrore, con tanto di occhi vitrei fissi nel vuoto, fauci spalancate, respiro affannoso e tremore mortale. E li devo confessare che ho temuto il peggio.

Finche', finalmente, non ci lasciano entrare nell'area check-in per "bagagli speciali", dove ci accoglie un gentile ed elegantissimo signore in giacca e cravatta che mi intima gentilmente di rimuovere Tigro dal trasportino, per facilitarne l'ispezione - perche' l'omino, in quanto ispettore, era pure pedante e non si accontentava di far passare il trasportino con Tigro dentro sotto il metal detector, no!, lui doveva far passare il trasportino vuoto, e poi anche la lettierina a parte, perche' si sa, i terroristi sono espertissimi nel nascondere le bombe nelle cacche di gatto.
Io gli rispondo serafica che non e' possibile, terribly sorry, perche' la creatura si era prontamente fatta la pipi' addosso durante il viaggio, ed essendo io gravida, mi era assolutissimamente proibito toccare il malefico untore in queste condizioni. E fu cosi che l'omino pedantino si dovette infilare un bel paio di guanti e spupazzarsi il Tigrone piscione, il trasportino, e poi anche la lettiera - e vi assicuro che neanche quelli erano un bello spettacolo.
Oh le infinite vie goduriose di sfruttamento della gravidanza!

Appurato che Tigro non nascondeva bombe, e neppure la sua cacca - per quanto letale essa sia - mi vedo costretta ad affidarlo nelle mani degli omini addetti al carico stiva. E cuore di mamma passa un paio di ore abbastanza irrequiete, leggendo storie di gatti, girando e rigirandosi sulle seggioline del gate, e importunando chiunque le passasse a tiro indossando una giubba catarifrangente chiedendo se aveva per caso caricato la stiva dell'aereo Alitalia tal dei tali, e se c'era anche un gatto di 6 Kg che assomigliava a Giuliano di Kiss Me Licia.


Finche' uno degli omini preposti non mi risponde che si, effettivamente ha appena caricato un gatto rosso, grande,
e <3 Bello <3
E io immediatamente vedo cuoricini e stelline, e dico "Si! SI! E' il MIO GATTO, e' lui, e' LUI!!".
E mi metto tranquilla.
Saliti a bordo, guadagnato il mio posto subito dietro la business class (io povera donna gravida avere bisogno di spazio extra), sento odore di Tigro. I sensi infallibili di GravidWoman le dicono che Tigro risiede esattamente sotto il suo sedile.
Okkey, tutto sotto controllo.
Pilota (no, non il donatore, quello me lo immagino pilota Ryan Air, chissa' perche' - sara' che nella mia mente gli stipendi Ryanair sono da fame e chi ci lavora deve pure arrotondare in qualche modo), procedi al decollo. Check.

Atterrati in Italia, ritrovo Tigro, solo e abbandonato, al ritiro "bagagli speciali". E mi metto ad ululare che poooovera bestia, e se me la rapivano, bella gioia mia preziosissima?! A me le scene delal Magnani e della Loren in Madre Coraggio mi fanno un baffo. Io si, che so attirare l'attenzione su me stessa.

Comunque, siamo arrivati alla fine del calvario, e la taglio corta perche' vi immagino stremate anche voi.
Il viaggio in taxi dall'aeroporto a casa fila tranquillo, e ne deduco che Tigro si sia o calmato, o sdrenato, o rassegnato ad una morte lenta e dolorosa.

Comunque poi ce l'ha fatta pagare, l'infingardo, perche' nei due giorni successivi all'arrivo, dalla sua prigionia in bagno (che cosi si adatta ad una stanza alla volta blablabla), ha pensato bene di fingere incapacita' a fare la pipi'. Proprio non c'era traccia di pipi in giro. Per quello l'ho portato dal vet - IlSignoreSiaLodato per i Veterinari Italici SuperBonissimi. Il quale con aria beffarda ci dice che la vescica e' vuota, per cui lui la pipi' l'ha fatta, eccome se l'ha fatta.
E dove l'avra' mai fatta? Ma giu' dallo scarico della vasca, of course, lui e' un gatto pulito, che mi credevo?
Shock Horror.

E niente, lui alla fine dei conti, ci ha fregati tutti.
Lui allo stress della casa nuova fa spallucce (infatti masculo e'), e se la gira piu' baldanzoso che mai. Ogni due passi, siccome fa caldo, si lascia cadere con fare melodrammatico sul pavimento a piastrelle, e ci fa l'estremo onore di porgerci la panza. E noi procediamo al rito dell'adorazione del Tigrone Imperatore, ossequiosi e riconoscenti.

E tutto e' bene quel che finisce bene :-)

25 commenti:

barbabella ha detto...

mi hai fatto ricordare il primo we con il camper... partiti venerdi sera siamo tornati domenica mattina disperati perchè il cane si rifiutava si fare la pipi'!!!arrivati a casa 10 minuti di rubinetto aperto :) ... poi ha imparato ad espletare anche in terra straniera :)

Sunshine ha detto...

Bello lui!!!

Clara V ha detto...

Oh povero micione bellissimo!! Che stresso per lui, ma non ha graffiato il tizio dell'aereoporto che l'ha tirato fuori dl trasportino? NEssun controllo, nessuna quarantena in Italia? E io che pensavo che gli animali piccoli potessero stare in cabina! Vorrei tanto spupazzarlo a dovere.
Quindi si è abituato bene? va fuori anche lì o lo tenete ancora in casa?

JuleZ ha detto...

Assomiglia al mio Diegone!
Solo che lui quest'estate mi sta facendo esaurire straiandosi sul tavolo della cucina ogni volta che mi giro dall'altra parte!!!
Bentornata in Italia, che bello che sei qui!


@Clara V: in Australia la quarantena è di 3 mesi! CI pensi????

mafalda1980 ha detto...

Puoi facilmente immaginare quanto ami i gatti rossi :)
Tigro è bellissimo! Quante peripezie per ricongiungersi con i propri genitori...
Attila non ha mai viaggiato in aereo, ricordo però che la Chicca (la mia gatta storica) viaggiava con noi in cabina, ma si trattava di voli tipo Pisa-Palermo, immagino che per l'estero le cose cambino, soprattutto da/per UK.
Buona caldissima giornata!

Emily ha detto...

Ma che bello Tigro... La mia Trilly già dopo due km comincia a rompere... Cme Tigro non è l'unico a cercare gli scarichi x i suoi bisognini... Trilly una volta ha fatto pipì nel bidet e il gatto di mia nonna fa puntualmente la cacchina nella tazza.... Grandioso!!!! Ora dobbiamo insegnargli a tirare l'acqua ;)

jenisha ha detto...

ahahahha ti commento domani, leggevo prima di andare a dormire..ahahhaahh sto morendo da ridere sei una goduria a scrivere...

Wanesia ha detto...

povero micio quanto stress... si ambientano presto pero` !

Owl ha detto...

Tigrooooo!!!
Senti, fatti dire due cose... sei un grande. Si perchè Izio non sarebbe entrato neanche nel trasportino, figuriamoci in aereo... al decollo l'avremmo visto schizzare via attraverso il finestrino!

Sfolli mi hai fatto morire dal ridere :-D

P.s. felicissima per le tue tette!

pamela ha detto...

ahahah...anche io ho avuto a che fare con gatta&cono della vergogna...e per una lunghissima settimana!!!!

Pandora ha detto...

una ola per Tigro please!!!!! grande, grandissimo.
Ma come mai Alitalia non te l'ha fatto portare in cabina? io (su voli interni però) l'ho sempre portato con me Morgan.
Comunque sono contenta che tu hai potuto tenerlo con te anche in questi mesi di gravidanza...non sai quanto manca a me Morgan... :-(

alessia ha detto...

ohiohi mi immagino cosa sarebbe successo se l'ispezione fosse avvenuta all'aeroporto di fiumicino..

Cmq sto pensando che il tuo gatto soffrirà un po' di gelosia quando il nuovo erede si affaccerà in famiglia..

Brioscina ha detto...

che bello Tirgo, assomiglia tanto al micio che avevo da piccola!
Bentornata in Italia!

Donne al cotto ha detto...

povero Tigro, l'importante è che adesso sornione stia tranquillo nella nuova casa.

Giuliano :-)))
un giorno di pioggia Andrea e Giuliano incontrano Licia per caso...

missSunshine ha detto...

ciao sfolli!!! bentornata in italia!!
sono contenta che tigro stia bene e che già si sia ambientato nella nuova casa!
tu mi raccomando non ti affaticare ora!
fai tutto con estrema calma!
è sempre meraviglioso leggerti, sei divertentissima!! :-)
un abbraccio forte a voi e al mitico gatto rosso!

Clara ha detto...

Tigro, che mitico! E tu che mito Sfolli, ci fai sempre ridere, grande virtù
baci roventi
c.

sfollicolatamente ha detto...

Tigro ringrazia le sue fan con un cenno della zampa a mo' di saluto della Regina Elisabetta, e si accommiata lasciando alla sua fedele inserviente il compito di rispondere alle lettere d'amore :-)
Spero di riuscire a commentare, perche' siamo tornati in montagna causa afa assassina, e mi ci sono voluti 10 minuti solo per caricare la pagina - aaauugh

Comunque, in breve, per portare animalia in Italia la procedura e' piuttosto semplice: microchip, antirabica, pet passport e vvvia! Se volessimo rientrare in UK, invece, dovremmo avere analisi del sangue ecc ecc. Per altri Paesi come l'Australia si, e' assurdo, anch'io ho sentito che costa un sacco e te li mettono in quarantena, oddiooooo

In realta' avrei potuto portarlo in cabina, sotto il sedile, ma essendo un gattone cosi grande, mi sarebbe dovuto stare aggrovigliato in un trasportino mini, e non me la sentivo. E poi, dicono che in stiva sia tutto buio e tranquillo, quindi per gli animali forse e' meglio....mah.

sfollicolatamente ha detto...

yooohoo me l'ha postato, fiiuuu

Ecco allora, JuleZ hihi Tigro invece va sul divano di nascosto. Sono degli infingardi, ecco cosa sono uauauau

Emily hahah ho sempre 'invidiato' le persone i cui gatti sanno andare sul water :-)

Owl, noi per il trasportino abbiamo una nuova strategia: lo mettiamo in verticale, e ci 'facciamo cader dentro' la bestia. Che poi fa piu fatica ad arrampicarcisi fuori (pero' forse e' perche' Tigro e' un budino semi-inerme). Pare funzionare...

Pandora, posso solo immaginare quanto ti manchi il tuo gattone, io non credo che ce l'averei mai fatta - gia' in montagna mi manca un casino!!

Alessia, infatti! Ho sentito storie di gatti che si intrufolano nella culla perche' non vogliono sentirsi tagliati fuori, aiutoooo. mi sa che dovremo mettere a punto un sistema di bunker per Picco, augh

Clara :-) xxxxx

Allora io ora su vostra esplicita raccomandazione me ne sto qui in panzolle, canto Kiss me Licia, e mi godo i vostri blog, internet permettendo...

SuSter ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SuSter ha detto...

Povero Tigro! E ben tornati a voi.
Mi hai fatto venire nostalgia di roba da gatti... ma Tigro com'è messo con le lingue? Saprà comunicare con i gatti nostrani? O è ormai irremediabilmente anglosassonizzato?

cooksappe ha detto...

gattinooooo!

Clara V ha detto...

Sfolli!!! Come va? Come è andata? Il tuo silenzio mi inquieta...

sfollicolatamente ha detto...

oooh Clara V no no non volevo farti preoccupare: e' andato tutto benissimo!! solo che non sono ancora riuscita a mettere insieme due idee...ormai mi muovo al rallenty, le giornate mi scivolano via come niente. Comunque Picco ha tutti gli organi al posto giusto..pare. E' stato bellissimo, ha pure sbadigliato, tenerooooo/aaaaaa
(boooooh?!)
Tu tutto bene?!?

SuSter, heheeeh dai dai quando ricomincia la rubrica, che mi manca assai?! Tigro purtroppo ormai sara' un gatto del terzo piano, senza possibilita' di fuga sul tetto, quindi la socializzazione la vedo dura :-( Lui e' nato a Sheffield, e' un Full Monty puro sangue :-))

Cooksappe: ciaoooooo!

Clara V ha detto...

Che bello Sfolli!! Ma la pancia è grande ormai? La placenta come ce l'hai?

Ale ha detto...

Ma è una meraviglia Tigro!!! ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...