mercoledì 22 giugno 2011

OggiAMO

Oggi e' una giornata uggiosa (ma vah?).
Tra il sole e la pioggia, non sono quale incoraggi di piu' la mia bradipite acuta. So solo che ultimamente la bradipite sta aumentando esponenzialmente, e siccome sara' pure una cosa bislacca e distraente, ma sempre un sintomo di gravidanza e', io ne gioisco assai.
Come dite?
Sto dando la colpa alla bradipite per procrastinare sulle correzioni della tesi?
Io? Non sia mai che io, Sfolli Regina dell'Efficienza dia la colpa a un po' di pressione bassa per non provvedere alle eccitantissime e necessarissime correzioni della tesi? Giammai.

E infatti eccomi qua, che con i miei soliti ritardi ingiustificati (Clara V, e' proprio una bella gara eh ;-)), a partecipare al grande gioco dell'estate di Nina

OggiAMO

E con lo sguardo rivolto dentro, affondo lontano nello spazio e nel tempo, per cercare quelle sensazioni d'estate che qui dal 2006 non si provano piu. Non sto scherzando: l'ultima estate vera che io mi ricordi qui in U.K. e' stata nel 2006. Povera io italiana emigrata - a me mancare tanto pizza sole e mandolino (e anche la pastasciutta, vah, Scicciolo!).

Dicevo, l'estate del 2006 e' stata quella in cui comprai quell'abitino molto Audrey mentre fantasticavo di mettermelo il giorno del matrimonio, la sera, per il lancio del bouquet, prima di partire per la luna di miele.
Poi all'ultimo minuto ho cambiato idea e mi son messa in minigonna di jeans e parrucca rossa, ma fa nulla.

L'estate del 2006 e' stata quella della luna di miele in California; del cantare in loop "and if you go to San Francisco, make sure you wear, some flowers in your hair..."; dei giri nella Chevrolet decappottabile blu oceano (noleggiata eh), con i capelli al vento, che in quegli anni mi era partito il neurone e li avevo fatti crescere, io, Sfolli, che sono nata con il caschetto crespo e cosi sono rimasta per omnia secula seculorum. 

L'estate del 2006 e' stata quella della mega abbrustolita a Golden Gate Park, che oltre alla pelle ci si era pure fritto il cervello, visto che al ritorno in hotel non vedevamo l'ora di sdraiarci su quel miraggio di lenzuola bianche e fresche, quando la receptionist cinese ci bracco' per dirci che avremmo dovuto fare il check-out, che  la nostra prenozazione era scaduta 6 ore prima .
Oh svampimento da sole, oh leggerezza estiva (oh, gnorraggine cronica)!

L'estate del 2006 e' stata anche quella in cui io e Dear Husband abbiamo scelto la nostra prima casa insieme (in affitto, eh); quella del nostro primo giardino, con le fragoline di bosco, e la lattuga, e i pomodori, e il rosmarino, e il timo alla citronella; quella dei piedi nudi sull'erba croccante; quella dei barbecue fino a sera tarda; quella in cui adottammo Tigro, che ancora non aveva il permesso di andare in giardino e passava le sue giornate a strinarsi il pelo sul davanzale della finestra.

Ma se affondo i piedi ancora piu' in la nel tempo e nello spazio, mi torna in mente un'estate, o forse nessuna estate, o centomila estati.
Insomma, l'Estate. 

Che sono i calippo alla coca cola succhiati con parsimonia e avidita' allo stesso tempo, fino all'ultima goccia, e poi infilzare quel tubo di cartone che rimaneva sulla punta del cancello del cortile, ad aggiungersi alla fila gia' formata dagli altri bambini del quartiere: i calippi alla fragola, al limone, all'arancia....

E la busta di patatine che mi portava mio nonno dal paese, quando andavamo a stare nella nostra casa in montagna tutti insieme: io, mia mamma (allora non ancora detta La Iena), mio papa' (allora non ancora detto Il Gufo) - che veniva a trovarci al fine settimana - i nonni, i cugini, gli zii...
Ele gare con i cugini a chi trovava piu' fragoline di bosco in giardino, e i cugini che dal terrazzo al piano di sotto mi chiamavano la mattina per andare a giocare, e io che mi affacciavo ancora insonnolita e senza occhiali; e le pesche dolci e succulente al forno per colazione, con il ripieno di amaretti e cioccolato; e le battaglie di pigne con i bulli della casa in fondo al vialetto; e io e la mia amica M. che mandiamo mio cugino in missione in fondo al vialetto, in qualita' di ambasciatore, mentre noi ci ritiriamo a giocare a carte nella nostra tana di coperte e rami, quella dietro casa, quella protetta.

E quest'estate?
Quest'estate si prepara una nuova tana, sia dentro che fuori, per Picco.
E allora non vedo l'ora di salire su quell'aereo, e di risalire quelle scale ripide, tra le mura spesse della casa che era dei miei nonni, quella nel borgo pedemontano, quella che ci offrra' frescura e riparo dall'agosto in citta'.
La casa con le finestre perennemente aperte di notte, attraverso le quali si sentono le ruote delle auto che sfrecciano sul ciottolato fino alle prime ore del mattino, ma attraverso le quali arriva anche il profumino delle grigliate di pesce della trattoria di sotto, e anche delle pizze appena sfornate.

Mmmh pizza. Ecco, giriamo pure il coltello nella piaga. Che io invece ancora qui sto, nell'uggiosa Landa di Robin Hood, a sognare di pizza, sole e mandolino (e pure pastasciutta, vah!).

Pero' gia' mi sento un po' in Italia: grazie Nina per aver lanciato questo gioco, e grazie a tutte le blogger che mi hanno aiutata a ricordare, con la loro versione dell'estate.

21 commenti:

pinkmommy ha detto...

quanti bei ricordi di bellissime estati! leggendo il tuo post ho sperato che gnometto un giorno possa avere gli stessi ricordi di estati fatte di cugini nonni giochi gelati...
ma del resto, anche quest'estate appena cominciata, nonostante il fantastico cielo grigio topo londinese, ha già un ottimissimo motivo per entrare negli annali! :)
bacio!!!!

sfollicolatamente ha detto...

uuuh Pink mannaggia la sapevo che mi sarei dimenticata della partecipazione di qualcuno...ti ho aggiunta alla lista!!
Eh mi sa che gnometto ne ha gia' tanti di ricordi bellissimi di mesi interi passati al mare a giocare 16 ore su 24 :-) sono davvero cose bellissime che ti rimangono dentro per sempre :-)

Owl ha detto...

Sfolli che ricordi... il calippo alla coca cola e il tubo infilzato mi hanno portato direttamente indietro. E in più c'ho anche la lacrima facile... ormoni maledetti!

Comunque Picco avrà la sua prima estate pedemontana, e tu con lui :-)

Nina ha detto...

Sono appena stata a sgridare Clara e mo tocca a te che ti credi! Non scappi! Indisciplinate tutte e due!
Fortuna che avevo specificato di tornare a mettere il link al vostro oggiAMO nei commenti...siete tante e io non riesco a stare dietro a tutte! Mi farete impazzire!
Vabbè, mi sono sfogata, modalità Rottermaier: off.

Detto questo sono felice che hai partecipato! Evviva evviva!
Ora corro ad aggiungere il tuo post agli altri partecipanti (hai visto che c'è la lista no?) e poi appena ho un attimo torno a leggerti con calma. Ho delle giornatine un po' piene...tu capirai :)

Un bacino Sfolli, grazie :*

Clara V ha detto...

Sfolli!!!!! Ormai sono così ritardataria e procrastinatrice che leggo i blog di giorno sull'iphone pensando "stasera rispondo" e poi quella "stasera" è sempre accompagnata da sonno improponibile. E quindi mi ritrovo a commentare con due post di ritardo. Bellissima la tua estate 2006 e fantastico il calippo, che io però ho mangiato non più tardi di una settimana fa, proprio alla cola!

sfollicolatamente ha detto...

Owl, non mi parlare di lacrima facile che parto anch'io come niente e tu lo sai....sniff sniff con te :-)

Ninaaaaa, oddio sorry sorry sorry, no dai non farmi il cazziatone ti prego, guarda che poi sniff sniff....(ricattatrice bastarda che sono). Come al solito scendo dalle nuvole da brabva gnorry - ho visto la lista solo ora, ma siamo in tantissime!!

Oooohh Clara V, ma i calippi esistono ancora?! anch'io uno anch'iooooo :-P
Per risponderti al messaggio di la: hai ragione anche te a chiederti perche' io mi sia sottoposta a questo teatrino dell'assurdo dato che alla fine andro' in Italia...E' che speravo che mi potessero che so, fare le beta, dare un'occhiata...povera illusa!
E settimana prossima la scena si ripetera', ci scommetto, visto che ho l'eco delle 12 settimane.
Per cui, stay tuned, che se ne prospettano delle belle.
In tutto questo, Dear Husband mi ha saggiamente consigliato di non dire alla midwife che avrei part..quella roba li....in Italia, perche' altrimenti avrebbero smesso di prendermi sul serio. Pensa te, se mi avessere presa non sul serio, a che livelli saremmo arrivati. Non oso immaginare.
Comunque io intanto sono prenotata per il 9 gennaio al Royal Derby Hospital. E aspetta e spera, che gia' l'ora si avvicina....

Nina ha detto...

@Sfolli ma no daaai, si fa per scherzare...però adesso mi stai facendo venire il dubbio che manco l'hai letto il mio oggiAMO...SNIFFF, SOBB...mo so io che piango ;))

Brioscina ha detto...

Sfolli mi hai fato venire i brividi e ricordare tutte le estati di quando ero piccola!
Che bei ricordi, a volte mi piacerebbe tornare indietro e rivivere quelle giornate pigre ma piene di avventure.
Pensa che tra poco potrai osservare Picco che comincia a viverle lui!

Uff mi hai fatto venire in mente tante di quelle cose che vorrei aggiungere al mio post!

Nina ha detto...

Eccomi di ritorno...ho letto tutto e sul finale...ho pianto. Che ci posso fare, è sempre una botta emotiva leggere dei vostri progetti estivi di nidi accoglienti, di neo-pancine. Lo ammetto e so che mi comprendi.

Un bacino dolcezza, ancora grazie :*

sfollicolatamente ha detto...

Nina darlin' qui abbiano tutte un po' bisogno di ridere mi sa, e meno male che ci sono le tue vignette!! Ggggiuro gggiuro l'avevo letto il tuo post, solo che a giorni di distanza mi era rimasta impressa solo la sensazione del mare (che ho sognato stanotte) e di una citta' che vive...
Comunque e' ora di svegliarmi, mi sa che entro oggi cerco di aprire pure un account FB per il blog, che poi vi raggiungo dalla Sipos!!

Brioscina, come dici tu: tutto puo' cambiare, siamo in continua trasformazione ;-)

sara ha detto...

uuuhhhh che nostalgia mi hai fatto venire con questo post! certi ricordi sono davvero meravigliosi....comunque sono sicura che anche quelli che conserverai dell'estate 2011 non saranno niente male! ; ) baci

luciebasta ha detto...

che belli i post di rimembranza, anche se poi io concludo sempre con il magone, che nella vita si cresce e le cose cambiano. però oggi sono felice e l'estate me la godo tutta. Buona preparazione della tana, dentro e fuori...

sfollicolatamente ha detto...

E infatti questa e' un'estate bellissima!
E nulla sara' piu' come prima, e' vero.
Oddio mi sento gia' nostalgica del pancione che non ho ancora - ma si potra'?!!

Wanesia ha detto...

bella sfolli lacrima facile da pancione!!!!!!Bella mia ti asciugo le lacrimuccie e ti porto a mangiare un calippo alla coca cola, qui ancora in Germania ci sono queste assurdita´ :)))))))
Smack

ElizabethB ha detto...

La prima estate con Picco...pensa a quando ricorderai questa!!! ^__^

Clara ha detto...

Che meraviglia questi ricordi dell'estate 2006, ma quelli dell'estate 2011 saranno ancora più meravigliosi... buon weekend cara Sfolli :-)

sfollicolatamente ha detto...

Ragazze, oggi il calippo alla coca cola ci vuole proprio, quindi Wane guarda che io vengo davvero da te eeeh!!
E' da ieri che non mi sento incinta, e quel poco di sintomi che avevo mi sono scomparsi. Oddio. No no dai tranquilla bboona zzzitta e cova, che marte c'e' l'eco......

Clara ha detto...

Nooo, Sfolli, niente paranoie, dai... un pensiero x te e tante good vibes :-)

Nora ha detto...

Sarà bello, speciale preparare la "nuova tana". Ti abbraccio forte forte, ti sono vicina e resto sempre tutta incrociata per voi!

sfollicolatamente ha detto...

Grazie Nora, le tue parole sono preziose :-) Un abbraccio forte forte anche a te!
Claraaaa mi prendo tutte le good vibes, che anche oggi niente sintomi, porcaccia....ok ok martedi c'e' l'eco, manca poco manca poco...
Tante good vibes anche a te per domani!!!

Clara ha detto...

Cara magica Sfolli il tuo corpo sta semplicemente cambiando insieme al tuo piccolo miracolo... un abbraccio dal Lussemburgo, c'è persino bel tempo, ho il wi-fi in camera, e che voglio di più?!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...