lunedì 13 giugno 2011

Innesti (meglio tardi che mai...)

Io sono sempre quella che arriva in ritardo. Ma non per fare l'egocentrica o la VIP: proprio ho i ritmi lenti.
Da piccola, a quanto pare, fino a due anni non ho parlato ne' camminato decentemente. Andavo a gattoni velocissima, e blateravo nella mia lingua inventata (e mi spazientivo se la gente poi non capiva che Gna' voleva dire "Passami l'acqua che sto a morir di sete!"). E sperimentavo con in congiuntivi ("Tu credessi che io sarebbi scema?", dissi notoriamente una volta al Gufo in un momento di stizzosa frustrazione). Ma di parlare decentemente, o di camminare in posizione Homo Sapens, niente.

Poi ci ho messo 7 anni a finire il dottorato. Si, avete letto bene, SETTE anni. Finalmente ho avuto il coraggio di fare outing. E' che "Non era la mia materia - Ero in un Paese straniero - Ho sempre lavorato perche' non avevo la borsa di studio - La mia relatrice era cattivissima - Sono capitata in un dipartimento di pazzi furiosi - C'e' stata l'invasione delle cavallette - Il gatto mi ha fatto la pipi' sulla tesi - anzi no, mi e' caduta nella vasca da bagno mentre ripassavo (e questa scusa l'ho usata veramente, una volta al liceo)".

Poi per concepire il Picco-Ramarro ci ho messo due Fivet (e due IUI di rodaggio). E questa, si sa, e' storia.

Insomma, io volevo partecipare al fantastico progetto Innestare, lanciato in rete da Stima di Danno, insieme alle creativerrime Pentapata, Owl, Luciebasta, SuSter e tutte le altre meravigliose artiste del web, ma poi sono stata rapita dalla Gnorry-nebulosa e non ce l'ho fatta. Pero' sabato con degli amici ho cercato di provvedere, e questo e' stato il risultato:




Li per li mi sembrava una cosa riuscita. Poi ho capito che era notte tarda e non ero proprio lucida lucida, e ho oggi deciso di tornare alla mia location. Allora mi sono presa un po' di tempo da dedicare a questo godurioso progetto, e sono tornata in centro, dove svetta l'opera di Anish Kapoor, lo Sky Mirror


Questa volta di giorno, che magari rende un attimo meglio, e capite di cosa si tratti: ovvero trattasi di un disco concavo - o convesso, dipende da quale parte lo si guardi -


- che riflette l'ambiente circostante, nella fattispecie, il teatro Playhouse della ridente cittadina di Robin Hood. Non vi sembra che richiami molto l'idea di un utero? No? Sono io che sono leggermente ossessionata, ultimamente?
Beh, a me ricorda un utero, e allora ho pensato di innestare un bel Picco-Ramarro proprio li, alla base dello Sky Utero, nel cuore della Nottingham chic, davanti agli sguardi perplessi di chi sorseggiava pre-dinner drinks in anticipazione dell'ultima versione sperimentalissima (e a quanto pare pallosissima) del Faust.




Io li ho attaccati con il pongo, uno davanti allo Sky Utero (dalla parte concava)

e uno dietro (dalla parte convessa).

Speriamo che siano belli caparbi e rimangano li, abbarbicati e irremovibili. Nonostante il vento e le intemperie di questi ultimi tempi britannici.

17 commenti:

Pentapata ha detto...

il ritratto di rammarro è bellissimo!
quello specchio lì mi servirebbe all'incrocio sotto casa hai mica la mail di Anish Kapoor?

Owl ha detto...

Lo sapevo che alla fine avresti concepito una roba geniale :-D

Il picco-ramarro, oltre a essere bellissimo, vedrai che rimarrà attaccato con le unghie e con i denti, visto chi è l'ispiratore. Non ho dubbi che anche la sua versione cartacea sarà uno con le pallette (anche se femmina bhuhahaha)

Speranza ha detto...

Ciao cara, veramente credevo di essere io quella che arriva sempre ultima. Spesso mi accorgo mooolto dooopo che c'era un'iniziativa a cui mi sarebbe piaciuto partecipare... ma ho deciso di prendermela con filosofia. Poi per seguire tutto ci vorrebbero giorni doppi e non voglio proprio stressarmi correndo dietro all'web. Per me deve restare un piacere gironzolare,rispondere, stare zitta, piangere e ridere dentro le nostre storie.
Comunque il tuo innesto è veramente creativo, mi hai fatto venire voglia di pensare qualcosa anche per me....mumble mumble. Saluti da un Italia più... aggingilo tu.

Sunshine ha detto...

Ahahah, Sfolli, sei fantastica!

la tina ha detto...

grande sfolli!!! sperando non lo stacchi nessun per portarselo a casa come ispirazione, ma sarebbe comunque un bel giro dell'arte dell'innesto! brava tu che crei cose belle. spero continui ad andare tutto benissimo.
un abbraccione!

Finalmentemamma ha detto...

ma che cosa dolciosissima!!!!

sfollicolatamente ha detto...

hehe sono contenta che vi sia piaciuto il ritratto del Picco :-)

Ora lo e' anche qui:
http://innestare.blogspot.com/2011/06/linnesto-di-giulia-nottingham-uk.html
Giustamente ho fatto la gnorrata di mandare la mail con nome e cognome alla responsabile del progetto - e lei giustamente mi ha messo il nome nel titolo - oh dear, e questo e' l'ennesimo outing che faccio ;-)

(Speranza, ma ci mancherebbe altro: il web non e' un lavoro, e' una cosa divertente e rilassante e cosi deve rimanere! Evviva l'Italia del SI, un'Italia piu'...speranzosa? :-))

Owl ha detto...

Si anch'io. Sto sperando che non pubblichi... o per lo meno non ci passi mai nessuno che mi conosce...

Ilaria Pedra ha detto...

grazie x in groppa al riccio, purtroppo è andata di merda e sono abbastanza boh non so come dire neanche avvilita, sono sconcertata.
Lo trovi da NINA adoption as usual. Senti un po' sta cosa dell'innesto l'avevo vista pure io, ma zero idee. Bella la tua.
bacioni, ricordati che quando torni a BG ci si vede. baci

SuSter ha detto...

Blogger creativa...artista...(meravigliosa...) dovrei passare più spesso qui da te: fa bene alla mia autostima. e comunque: ritardataria anche io, ho pubblicato con un giorno di ritardo (9 anni totali per una laurea 3+2: ma un tempo non faceva 5?), ma gli innesti li avevo fatti, eh! E avevo pure il post mezzo scritto, peccato che la sera sono collassata prima di riuscire a finirlo! Comunque se scrivi a Cevì e le chiedi di pubblicare solo il nome/nickname senza cognome, si può correggere. io l'ho fatto con molta non-chalance! vedere i miei sgorbietti pubblicati con tanto di firma completa dell' "artista" era davvero troppo!

Ps: bellissimo ritratto! Io me ne sarei tenuta una copia per l'album dei ricordi!

Clara V ha detto...

Oddio questa cosa è bellissima e non avevo capito un cappero come al solito. Lo voglio fare anche io e ho già un paio di ideuzze. Il ramarrino è delizioso! Vedi he sei ingiusta con te stessa? Io sono molto più ultima...

solitamente ha detto...

Cavolo quanto mi state tentando con questa iniziativaaaaaa ...
Moooolto dolce l'idea del Ramarrino :)

Wanesia ha detto...

Ciao artista sfolli il tuo innesto e´ davvero bello e´ molto artistico.L´altra sera chiudendo il pc con la lettura del tuo post ho detto a mio marito, mi sa che faccio un innesto.Ma adesso devo guardarmi bene, vuoi mettere che mi espatriano per l´innesto ^:))

luciebasta ha detto...

sei meravigliosa, te lo avevo detto? non dimenticarti di mandare le mail al blog di cevì. Grazie!!!

luciebasta ha detto...

sei meravigliosa, te lo avevo detto? non dimenticarti di mandare le mail al blog di cevì. Grazie!!!

luciebasta ha detto...

come se non bastasse il commento doppio ho visto dopo che hai mandato già la mail: ok, puoi bannarmi dal blog! ;-)

sfollicolatamente ha detto...

Ooh che bella la solidarieta' tra donne che si prendono il tempo necessario :-) (Clara V, dai dai pubblica un bell'innesto anche tuuuu)

Solitamente, ciao! Che bello lo sfondo con i tulipani del tuo blog, ora mi faccio un giro da te...

Wanesia, ma tu giustamente ai crucchi gli fai una bella pernacchia, che a te non ti mette sotto nessuno!!

Luciebasta, macche' bannare: a me le gnorry stanno simpaticissime, che io gnorry ci sono nata proprio :-))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...